Sono le 22.30 del 25 dicembre e il mio pensiero ora è diretto tutto a te, Giosuè.
Sei andato via troppo presto, in quanti hanno detto questa non banale (ma tanto ovvia) frase.
Mi ricorderò sempre di quel giorno, quando Mattia mi ha chiamata e mi ha detto di sedermi.
Odio questa cosa.
Mi odio per aver fissato nella mia mente questo ricordo.
Vorrei solo far finta di niente, vorrei accantonare tutto e continuare a pensarti tra di noi.
Continuare a parlare di te,a metterti tra i discorsi senza paura di reazioni strane.
Mi manchi,  mi manca sapere che ci sei. Che sei a 20 km da me e che continui la tua vita. Che sbagli e ci riprovi giorno dopo giorno,anche te, come faccio io.
Quando sono sola riesco a ricordarmi quasi tutte le volte che abbiamo riso insieme o parlato seriamente.
Quando sono sola mi chiedo sempre perché sei andato via, senza dire niente. Senza motivi esterni.
Avrai 19 anni per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...