essere distanti

Oggi mi sono svegliata benissimo. Avevo voglia di fare e di riuscire in ogni piccola cosa. A lavoro è andato tutto al meglio. I problemi li vedevo più semplici del solito e avevo una strana felicità che mi circondava.
Poi la mia migliore amica mi ha chiamata e mi sono sentita debole e indifesa.
Non sapevo più cosa dire o cosa fare. Sentire l’amica di sempre sciogliersi in mille lacrime attraverso un telefono è veramente orribile.
Era triste. Triste nel senso più puro.
In quell’istante, sentendo la sua voce, mi sono resa conto che i mille problemi che mi creo io sono abbastanza futili. E’ la mia continua voglia di esagerare in tutto che mi crea tanti problemi perchè, alla fine, il segreto è la semplicità. La vera felicità è la serenità. Essere al posto giusto nel momento giusto, sentirsi a casa. E per casa non parlo solo di un luogo o di uno spazio vicino ad una persona. Per “casa”, ora, intendo nel nostro corpo. Amarsi. Quant’è fondamentale amarsi? Volersi totalmente per quello che si è. Accettare tutto, anche i limiti che il nostro corpo ci impone.
Mentre lei mi parlava avevo gli occhi pieni delle sue stesse lacrime, non sapevo bene cosa dirle. Ho lasciato perdere me e l’ho riempita di concetti meravigliosi (e tanto banali) letti nei libri e ascoltati in giro. Le ho detto mille cose per farle capire quanto sia perfetta così com’è. Le ho dato tutta la mia forza anche se non ne avevo veramente, anche se è qualcosa più grande di me. Perchè davanti a quello che non puoi veramente capire ti senti solo piccolo.
Ora ho solo voglia di scriverle che lei è veramente bellissima. E che io la invidio per quello che è e per quello che non è. Lei ha ancora voglia di innamorarsi, io no. Lei va avanti a testa alta anche quando si sveglia e non si vede bellissima, io no. Lei sorride con tutti anche con chi non l’apprezza, io no. Lei riesce a vedere il bello anche in persone stronze da morire, io no. Lei mi vuole bene anche quando io non me ne voglio neanche un pochino. Lei riesce a stare vicino a mille persone contemporaneamente. Riesce ad amare e a voler bene senza chiedere niente in cambio, ad ascoltare le mille mie lagne inutili e ad avere sempre un pensiero dolce per me o per chiunque ne abbia bisogno.
Ha un’anima stupenda. Non riesco a capire perchè la gente non veda in lei quella luce splendida che ha dentro. Tanti si soffermano solo su quella maledetta carrozzina. Vedono la persona che non cammina e creano un muro. Fanno il più delle volte un falso sorriso e non capiscono veramente che è una ragazza normalissima. Pochi provano, guardano oltre, ma alla fine prendono le distanze quasi inconsciamente. E ancora non capisco perchè. Forse per le varie difficoltà o perchè l’immagine, nel 2015 è tutto.

Un mese fa le avevo detto che la vedevo triste e lei aveva negato mostrandomi un sorriso perfetto.
Oggi ho capito quanto siamo legate. Quella tristezza c’era veramente e mi sento quasi in colpa.
Perchè tutti ci fermiamo all’apparenza?

Annunci

Un pensiero su “essere distanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...