Jeff Foster

La gente spesso mi racconta di come si sente sopraffatta, a volte, nella vita. Di come le onde, nell’oceano della vita, possano essere così intense da far sentire come se, proseguire oltre, potesse distruggere, e l’unica “soluzione” sembra essere chiudersi e intorpidirsi e distrarsi dall’esperienza presente, e poi sognare di una futura libertà o risveglio. Dolore, paura, tristezza, gioia e beatitudine, posso essere percepite come così enormi, così colossalmente ingestibili, così intense o così intensamente meravigliose, come se stessi per morire, come se stessi per essere schiacciato dal peso della vita, e questo può sembrare terrificante, significa essere sull’orlo del precipizio della morte.
Forse non è la morte che temiamo, ma la troppa vita.
Ma come l’oceano stesso, come il vasto spazio di consapevolezza che contiene tutte le amate onde, tu non potrai mai veramente essere distrutto, perché devi sapere che tutte le onde sono solo movimenti di te stesso, e non possono in nessun modo fare male alla tua essenza. Un’onda non può sopraffare l’acqua, una tempesta non può distruggere il mare, una lacrima non può piangere se stessa, e radicati in questo sapere, possiamo espanderci invece che doverci contrarre. Possiamo davvero aprirci alla possibilità di permettere a noi stessi di sentirci totalmente sopraffatti oltre ogni ragione, e allo stesso tempo comprendere che non saremo mai veramente sopraffatti, e se mai raggiungessimo questo punto, la vasta, creativa, amorevole intelligenza del corpo ci renderebbe immediatamente inconsapevoli.
E così possiamo aprirci senza paura sia al dolore che alla gioia della vita, incorporando tutto in noi, sapendo che non potrà davvero sopraffarci, fidarci dell’intelligenza del corpo, così che anche i luoghi più bui possano venire inondati dalla nostra stessa luce, e la perdita si tramuta in amore, e il dolore si tramuta in compassione, e “cerca e troverai”, il più radicato dei concetti, si trasformerà amorevolmente in “smettila di cercare, ragazzo, riposa profondamente in te stesso, ora, e troverai…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...