Pessoa

Esiste una stanchezza dell’intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze. Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell’emozione. È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l’anima.

Annunci

Elli Michler

Non ti auguro un dono qualsiasi,
ti auguro soltanto quello che i più non hanno.
Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;
se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa.
Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare,
non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.
Ti auguro tempo, non per affrettarti a correre,
ma tempo per essere contento.
Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti e non soltanto per guadarlo sull’orologio.
Ti auguro tempo per guardare le stelle
e tempo per crescere, per maturare.
Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.
Non ha più senso rimandare.
Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.
Ti auguro tempo anche per perdonare.
Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.

Albert Camus

Nel bel mezzo dell’odio ho scoperto in me un invincibile amore.
Nel bel mezzo delle lacrime ho scoperto in me un invincibile sorriso. Nel bel mezzo del caos ho scoperto in me un’ invincibile tranquillità. Ho compreso, infine, che nel mezzo dell’inverno vi era in me un’invincibile estate.E ciò mi rende felice.

Le luci della centrale elettrica

Ci sono le prove e risvegli la tua vita… una ninnananna inventata
c’è il teatro di Grotovski, lo yoga, la meditazione, al mercatino dell’usato c’è ancora quel piccolo amplificatore..
ci sono le corse, i libri di Lowen esercizi per la respirazione, dove sarà, dove sarà tutta quella felicità?

S

e ho visto gridano, gridano il mio nome

,ci sono viaggi da pianificare da improvvisare… c’è un convento abbandonato sul lago maggiore

Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che in qualche modo hai aperto il chakra del tuo cuore…
Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che senza di me davvero non puoi stare

Ci sono i dettagli per l’estate in Tibet, c’è la morte di tuo padre, un’esplosione interstellare, c’è il cielo azzurro immenso dopo il temporale, dopo il temporale

Ci siamo noi due in una macchina affittata su un’isola vulcanica o in coda sull’Adriatica….ci sono i free drink, le camminate, l’aria di alta montagna…un improvviso calo di tensione

Ti sogno spesso, nel sogno una città si sta per allagare… ti do l’ultimo bacio sul portone e mi liberi dal male e ti libero dal male

Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che ogni tanto entri in contatto con il tuo io interiore

Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che senza di me adesso si che riesci a stare

La prima volta che ti ho incontrata ti ho detto: tranquilla, tranquilla dormo dove capita ma per non perdermi niente di te ho aperto le braccia… eravamo diversi come due gocce d’acqua

Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che in qualche modo hai aperto il chakra del tuo cuore

Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che senza di me davvero non puoi stare
Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che ogni tanto entri in contatto con il tuo io interiore

Qualcuno mi ha detto che gli hai detto che senza di me adesso si che riesci a stare

Federico Garcìa Lorca

Io vorrei stare sopra le tue labbra

Io vorrei stare sopra le tue labbra
per spegnermi alla neve dei tuoi denti.
Io vorrei stare dentro il tuo petto
per sciogliermi al tuo sangue.
Fra i tuoi capelli d’oro
vorrei eternamente sognare.

E che diventasse il tuo cuore
la tomba al mio che duole.
Che la tua carne fosse la mia carne,
che la mia fronte fosse la tua fronte.
Tutta l’anima mia vorrei che entrasse
nel tuo piccolo corpo.
Essere io il tuo pensiero, io
il tuo vestito bianco,
perché tu t’innamori
di me d’una passione così forte
che ti consumi cercandomi
senza trovarmi mai.
E perché tu il mio nome
vada gridando ai tramonti,
chiedendo di me all’acqua,
bevendo, triste, tutte le amarezze
che sulla strada ho lasciato,
desiderandoti, il cuore.
E intanto io penetrerò nel tuo
tenero corpo dolce
essendo io te stessa
e dimorando in te, donna, per sempre,
mentre tu ancora mi cerchi invano
da Oriente ad Occidente,
fin che alla fine saremo bruciati
dalla livida fiamma della morte.

Edward Estlin (E. E.) Cummings

Il tuo cuore lo porto con me

Il tuo cuore lo porto con me.
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
tu sei quel che luna sempre fu
e quel che un sole sempre canterà sei tu
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.,
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.